Un’autodichiarazione ambientale di prodotto, definita anche etichetta ambientale di II tipo, è un’asserzione volontaria che ha lo scopo di informare il mercato sulle caratteristiche e prestazioni ambientali di uno specifico prodotto.

Infatti aziende e consumatori sono sempre più attenti all'impatto ambientale dei prodotti che acquistano e richiedono sempre più informazioni. Le asserzioni ambientali si moltiplicano su prodotti e imballaggi, rendendo necessaria l’elaborazione di norme sull’etichettatura ambientale che tengano conto di tutti gli aspetti pertinenti del ciclo di vita di un prodotto.

Per ritrovarsi nel confuso universo dell’etichettatura, la ISO 14021:2016 “Environmental labels and declarations - Self-declared environmental claims (Type II environmental labelling)” norma le asserzioni ambientali auto-dichiarate effettuate dalle imprese per i loro prodotti (effettuate da fabbricanti, importatori, distributori e rivenditori senza certificazione di terza parte indipendente).

Spesso collocate sui prodotti e/o sui loro imballaggi, le auto-dichiarazioni non si limitano all’etichettatura ma comprendono anche le asserzioni ambientali divulgate mediante pubblicità, pubblicazioni, internet o nei rapporti commerciali.

Le informazioni che vanno riportate su un’autodichiarazione sono molteplici e afferiscono alle prestazioni ambientali di un prodotto.

La norma rappresenta quindi uno strumento fondamentale per i fabbricanti e le imprese che intendono comunicare – nel miglior modo possibile – l’impatto ambientale dei propri prodotti. Essa fornisce un elenco di requisiti generali da osservare per le asserzioni ambientali self-declared, comprendendo dichiarazioni, simboli e grafici, descrive i termini comunemente utilizzati e fornisce le qualifiche per il loro utilizzo. Descrive inoltre una metodologia generale di valutazione e di verifica per le asserzioni ambientali auto-dichiarate.

Per informazioni contattateci allo 030.364743